La Chiesa di San Pio

La costruzione della Chiesa di San Pio, su progetto degli architetti Antonio Tondini, verucchiese, e Filippo Morolli, riminese, fu avviata nel 1858 e terminata nel 1869 (l'inaugurazione è del 1870), dopo aver subito interruzioni conseguenti a fattori economici. E' a tre navate e, sia all'interno sia all'esterno, ha carattere disadorno ed austero; fu intitolata al cinquecentesco papa Pio V, patrono di Cattolica, colui che volle l'ultima crociata contro gli infedeli e che compare nel grande quadro originariamente collocato nell'abside sopra l'altare. L'interno venne decorato e dipinto nel 1928, quindi ulteriormente arricchito da dipinture negli anni '40, ad opera di Fortunato Teodorani. Negli anni '50 toccò alla facciata di subire importanti e pesanti ristrutturazioni, da cui è stata correttamente emendata grazie al restauro condotto rigorosamente nel 2000.